domenica 17 ott 2021
banner 5x1000 1 di 5

Il mare torna sotto la ferrovia al Fossolo grazie a un'iniziativa del Centro Antartide

C’era un tempo a Bologna “Il mare sotto la ferrovia”. Il mare era giunto in un sottopasso ciclo-pedonale grazie all’arte e alla fantasia di Sara Caliumi, una studentessa dell’Accademia di Belle Arti che aveva trasformato con la sua creatività un luogo scuro e inospitale in un paesaggio sottomarino popolato di pesci, conchiglie, anfore depositate sui fondali azzurri. L’idea di questa favola urbana era nata dal Centro Antartide e dal Settore Qualità Urbana del comune di Bologna nel 1999.

Argomento: 

Il mare torna sotto la ferrovia al Fossolo grazie a un'iniziativa del Centro Antartide

C’era un tempo a Bologna “Il mare sotto la ferrovia”. Il mare era giunto in un sottopasso ciclo-pedonale grazie all’arte e alla fantasia di Sara Caliumi, una studentessa dell’Accademia di Belle Arti che aveva trasformato con la sua creatività un luogo scuro e inospitale in un paesaggio sottomarino popolato di pesci, conchiglie, anfore depositate sui fondali azzurri. L’idea di questa favola urbana era nata dal Centro Antartide e dal Settore Qualità Urbana del comune di Bologna nel 1999.

Argomento: 

Pagine

Top