domenica 17 ott 2021
banner 5x1000 1 di 5

Se "Lo straniero" parla di Bologna

Leggere di Bologna da una prospettiva più ampia, non schiacciati dall'informazione quotidiana proposta dai giornali locali, che parla di sicurezza solo per fatti di cronaca generando ulteriore insicurezza o di urbanistica solo in occasione dell'inaugurazione di un nuovo centro commerciale. Capire le trasformazioni della città leggendo non solo l'editoriale di 3 mila battute del responsabile di redazione.

Se "Lo straniero" parla di Bologna

Leggere di Bologna da una prospettiva più ampia, non schiacciati dall'informazione quotidiana proposta dai giornali locali, che parla di sicurezza solo per fatti di cronaca generando ulteriore insicurezza o di urbanistica solo in occasione dell'inaugurazione di un nuovo centro commerciale. Capire le trasformazioni della città leggendo non solo l'editoriale di 3 mila battute del responsabile di redazione.

Salviamo i distributori automatici di latte

I distributori di latte alla spina rappresentano uno strumento di "sopravvivenza" da sostenere in questo periodo di intensa crisi economica. Riducono i costi, ravvicinano il produttore al consumatore e diminuiscono il volume degli imballaggi buttati generando anche benefici di natura ecologica oltre che economica.

Salviamo i distributori automatici di latte

I distributori di latte alla spina rappresentano uno strumento di "sopravvivenza" da sostenere in questo periodo di intensa crisi economica. Riducono i costi, ravvicinano il produttore al consumatore e diminuiscono il volume degli imballaggi buttati generando anche benefici di natura ecologica oltre che economica.

In bicicletta al Motorshow

Il momento è arrivato: la trentatreesima edizione del Motor show ha aperto i battenti, macchine invitanti e ragazze ammiccanti sono pronte per essere esposte e ammirate da un folto pubblico. Quest'anno però il salone delle auto più famoso e visitato d'Italia comincia sotto il segno della crisi economica che imperversa in tutto il mondo e che minaccia anche la salute - già precaria - dell'industria automobilistica, a partire dalla fortissima General Motors sino ai colossi europei dell'auto.

Argomento: 

In bicicletta al Motorshow

Il momento è arrivato: la trentatreesima edizione del Motor show ha aperto i battenti, macchine invitanti e ragazze ammiccanti sono pronte per essere esposte e ammirate da un folto pubblico. Quest'anno però il salone delle auto più famoso e visitato d'Italia comincia sotto il segno della crisi economica che imperversa in tutto il mondo e che minaccia anche la salute - già precaria - dell'industria automobilistica, a partire dalla fortissima General Motors sino ai colossi europei dell'auto.

Argomento: 

Anno 2018: verrà la morte

Si intitola "Anno 2018: verrà la morte" ed è un documentario sociale che racconta la strage dell'amianto, per molti anni lavorato nelle fabbriche e impiegato nei modi più svariati, senza che i lavoratori e la società civile fossero a conoscenza della nocività di questo materiale.

Anno 2018: verrà la morte

Si intitola "Anno 2018: verrà la morte" ed è un documentario sociale che racconta la strage dell'amianto, per molti anni lavorato nelle fabbriche e impiegato nei modi più svariati, senza che i lavoratori e la società civile fossero a conoscenza della nocività di questo materiale.

Nasce "Mercato della Terra": uno spazio cittadino per gli agricoltori e i loro prodotti

Si chiama "Mercato della Terra", nasce da un'idea di Slow Food e vede Bologna come protagonista per il primo mercato contadino in una grande città. Ortofrutta, formaggi, salumi, pane, birra, e molto altro ancora: la migliore qualità del territorio si presenta alla città, garantita dalla più sicura delle certificazioni esistenti, la faccia di chi produce. Da sabato 29 novembre, i produttori del territorio danno appuntamento al Quartiere Porto, presso il cortile del Cinema Lumière in via Azzo Gardino 65, dalle 9 alle 17.

Nasce "Mercato della Terra": uno spazio cittadino per gli agricoltori e i loro prodotti

Si chiama "Mercato della Terra", nasce da un'idea di Slow Food e vede Bologna come protagonista per il primo mercato contadino in una grande città. Ortofrutta, formaggi, salumi, pane, birra, e molto altro ancora: la migliore qualità del territorio si presenta alla città, garantita dalla più sicura delle certificazioni esistenti, la faccia di chi produce. Da sabato 29 novembre, i produttori del territorio danno appuntamento al Quartiere Porto, presso il cortile del Cinema Lumière in via Azzo Gardino 65, dalle 9 alle 17.

Pagine

Top